Aprire una società controllata a Dubai e negli Emirati Arabi

5 motivi per aprire la tua società a Dubai

Quando si intende aprire una società all’estero, sono tante le domande a cui un imprenditore cerca risposta.

Ad esempio: Quali sono i principali tipi di società negli Emirati Arabi? A quale tassazione è soggetta una società negli Emirati Arabi? Quali sono i vantaggi principali del visto residente?

Ma è necessario anche sfatare falsi miti. Tipo il fatto che basti aprire una società a Dubai perché gli affari vadano bene.

Per ulteriori informazioni guardate il video o non esitate a contattarci:

Le spese di costituzione di una società a Dubai o negli Emirati in se stesse non sono elevatissime: parliamo di alcune migliaia di dollari, a cui aggiungere il costo di uno sponsor: una sorta di garante obbligatorio per aprire fuori dalle free zone, che sulla carta avrà il 51% dell’attività e che per tale motivo va scelto con accuratezza, ma che in realtà avrà una sorta di compenso fisso prestabilito (a partire dai 3,000 euro + eventuali % sui profitti).

Per mantenere una sede legale a Dubai, però, in molte zone si ha necessità di un ufficio fisico, che per quanto piccolo e non di rappresentanza, costa non meno di 1000 $ / mese.
A questo punto si deve pensare: ho un ufficio a Dubai, lo lascio vuoto e lo uso solo per poter appoggiare la sede della società, o a questo punto lo faccio fruttare? In questo secondo caso, con le spese di arredamento, una segretaria filippina o indiana e qualche spesa accessoria, si arriva ad un totale di circa 50,000 $ per anno.

Procedura per Apertura Societa Free Zone a Dubai e negli Emirati Arabi Uniti

In alcune Free Zone degli Emirati Arabi Uniti, è possibile costituire una società, con costi bassi e senza dover avere necessariamente una sede fisica. Potrebbe essere inizialmente una buona soluzione per minimizzare i costi, salvo poi spostarsi e prendere un ufficio quando il progetto decolla.

I costi da pagare all’autorità variano a seconda della Free Zone che si va a scegliere, a partire dai 20,000 dirham (5,500 dollari circa).

L’apertura di una società a Dubai, però, da come ulteriore beneficio la possibilità di richiedere un visa resident; in questo modo si può aprire un conto corrente negli emirati, comprare un’auto, fittare o comprare casa, si può andare e tornare senza dover chiedere ogni volta il visto turistico/affari (valido solo 30 giorni) e così via. Avere un visa resident non vuol dire necessariamente che dobbiamo spostare la nostra residenza a Dubai.

Aprire una società controllata a Dubai e negli Emirati Arabi

Aprire una società controllata a Dubai e negli Emirati Arabi

Per società controllata o società sussidiaria (in inglese: subsidiary) si intende una società le cui azioni o quote sono possedute da un’altra società (società madre), in quantità sufficiente per esercitare un’influenza dominante sull’amministrazione.

Ci sono determinati casi in cui aprire una società controllata è preferibile rispetto alla costituzione di una filiale o una newCo. Ad esempio nel caso in cui la società madre voglia aprire un ufficio di rappresentanza, inizialmente o stabilmente finanziato dalla casa madre, che continuerà a gestire la parte di produzione / erogazione dei servizi. Tale sussidiaria potrebbe anche non produrre reddito e non necessitare di un conto bancario, ovvero potrebbe ricevere dalla casa madre delle commissioni sul fatturato che consentiranno di coprire le spese stesse dell’ufficio, autofinanziandosi. Ma di fatto l’obiettivo non è quello di produrre utile, se non per la casa madre.

Le procedure per la costituzione variano da mainland a free zone, e anche da free zone a free zone. Riportiamo a titolo di esempio i documenti necessari per la costituzione di una società controllata nella Free Zone di Fujairah:

La società madre deve fornire i seguenti documenti societari tradotti in inglese / arabo, attestati dal Consolato degli Emirati Arabi Uniti in Italia e attestati poi dal Ministero degli Affari Esteri a Dubai:

  • Atto costitutivo;
  • Statuto;
  • Visura camerale;
  • Delibera del Consiglio di Amministrazione comprendente la decisione di costituire una società controllata negli Emirati Arabi Uniti;
  • Procura al firmatario autorizzato (responsabile), eventualmente inclusa anche nella stessa delibera, con eventuali deroghe / note addizionali